8D446747-E99A-413B-8455-821C13F1F374.jpe

LACRIMA DI MORRO DOC

PASSITO

La misurata dolcezza sulle labbra

I vini di questa categoria della DOC Lacrima di Morro hanno un residuo zuccherino moderato che accompagnato alla residua freschezza rendono il sorso sempre piacevole mai stucchevole.  

Persistono i i profumi floreali (rosa, viola, rosa canina) e le

note fruttate volgono verso la composta di more, frutti di bosco e ciliegia talvolta accompagnate da note tostate o vanigliate.

Note che nel sorso si confermano al palato con una lunga persistenza.

Ideale accompagnamento per crostate ai frutti di bosco od alla ciliegia, pasticceria secca ma da provare anche con il cioccolato fondente amaro.

Apprezzabile anche come vino da meditazione nel suo assolo di emozioni.

fruttaio.jpg

L'ANTICA PRATICA DELL'APPASSIMENTO

Per le sue intrinseche caratteristiche, l'uva lacrima si presta ai procedimenti di appassimento difendendosi dagli attacchi di muffe.

Per questo era pratica diffusa quella di dedicare una quota del raccolto in vendemmia selezionando i grappoli più sani ad appassimento in fruttai una volta ricavati nei sottotetti ventilati naturalmente per ricavarne una bevanda per le occasioni speciali.

Oggi si affiancano ambienti moderni con umidità e temperature controllate che permettono l'ottimale calo ponderale delle uve spinto fino al 50%.

Dopo la vinificazione eseguita in modo tradizionale possono variare gli stili in cantina nelle tecniche di maturazione proponendo nuovamente la scelta tra vasche di acciaio o passaggi in legno più o meno prolungati.